Come capire le emozioni nella musica

Nelle app come Apple Music, Spotify ci sono delle playlist, che per chi le conosce bene sa come utilizzarle, che ti aiutano a capire quali emozioni si associano ad ogni brano che ascolti e anche con quanta intensità. Vengono chiamate Playlist “umorali” e sono liste tarate su uno specifico stato d’animo che vanno in automatico, come l’allegria, la malinconia, l’energia, quello che la francese Deezer sta cercando di fare è sviluppare un nuovo sistema di intelligenza artificiale per rendere più efficaci queste liste.

Il Deep Learning (apprendimento approfondito), è il nome che hanno dato a questo modo di far percepire la musica alle varie emozioni, ed è stato messo a confronto con le tecnologie precedenti. Gli scienziati hanno preso in considerazione un database, cioè un raccoglitore di canzoni ed etichette associate ad ognuna di esse, Milion Song Dataset (MSD). Non contiene esattamente canzoni vere, ma è un raccoglitore di metadati, che è stato unirlo al catalogo della francese Deezer per ottenere una lista di 18mila brani.

La rete neutrale, data da questa lista di brani, verrà programmata per una specifica azione, cioè determinare il mood di una canzone, cioè l’umore che trasmette. All’apparecchio vengono fornite le canzoni e così automaticamente si attiva un meccanismo di addestramento. In parole povere, si ottiene un feedback ad ogni risposta giusta o errata, e lo usa per migliorare le proprie capacità. Dopo un certo tempo la macchina è pronta. E’ interessante sapere che il meccanismo della macchina, quello che avviene alla fine, è misterioso, nessuno sa spiegare una cosa del genere nemmeno i programmatori che lo hanno fatto. Viene chiamata black box (scatola nera).

Dallo studio di Deezer, è venuto fuori che le reti neutrali mostrano una spinta in più nel saper riconoscere emotività della parte strumentale, mentre i sistemi tradizionali, interpretano solamente i testi, o parole chiave che servono a dire se un emozione di un brano è positiva o negativa. Quello che andrebbe fatto per migliorare le playlist attuali, è unire Deep Learning e strumenti tradizionali.

Fonte: Ilfattoquotidiano

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Apple, cattive notizie, problemi nelle vendite di iPhone XR e al touch per iPhone X

La giornata di ieri si è rivelata essere molto negativa per Apple, sia in borsa, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS