Jovanotti, con un nuovo disco “Al Chiaro di Luna”

Il 21 Novembre è uscito il nuovo video di Jovanotti “Chiaro di Luna” è stato registrato in Africa, non a caso in Eritrea, Asmara, infatti quel posto gli ricorda suo nonno. Quella città ha molte parti dell’Italia, chi va lì può ritrovarli. Racconta Jovanotti: “Non ho mai conosciuto davvero l’Eritrea, solo letto qualcosa di quando fu colonia, molti ragazzi che arrivano in Italia tramite il Mediterraneo sono dell’Eritrea. Secondo me il modo migliore per conoscere al meglio un luogo è uscire dal proprio guscio e vivere il mondo che ci circonda“.

Jovanotti aveva inizialmente deciso di partire per quel viaggio da solo, poi gli è venuta l’ispirazione per una nuova canzone e così si è portato dietro tutta la troupe. Ha pensato bene di raccontare quel continente l’Africa, in una canzone perché se si vuole prendere come esempio un posto complicato è quello giusto. Arrivato in Eritrea gli è subito saltato all’occhio che le perone non cercano di scappare dal proprio paese ma anzi alcuni ci ritornano o non se ne sono mai andati.

Ne ha avuto conferma conoscendo un ragazzo che fa video e che li ha seguiti per tutte le riprese per la canzone, il quale dopo essere stato per un periodo di tempo in Italia è tornato in Asmara con la sua famiglia. La canzone è incentrata su la fine di una storia d’amore. Jovanotti a il ruolo dell’uomo che suona in un bar la sera, questa coppia si avvicina per ascoltarlo ma prima di separarsi voglio fare un ultimo ballo insieme sotto le note del “Chiaro di Luna“. Il video invece è stato realizzato senza alcun effetto speciale, al naturale come l’amore di quella coppia, per rispecchiare anche la semplicità e la chiarezza che è quella terra.

Fonte: skytg24

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Madonna, il video “blasfemo” del singolo ” Like A Prayer” compie 30 anni

Era il marzo del 1989 quando Madonna pubblicava il video di “Like A Prayer“, primo singolo dall’album …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS