Approvato in Consiglio il Decreto Sicurezza e immigrazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità, oggi, 24 settembre 2018 il decreto Sicurezza voluto dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Il testo riguarda la “prevenzione e contrasto al terrorismo e alla criminalità mafiosa, oltre a modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione”, insieme alle disposizioni su “rilascio di permessi di soggiorno temporanei per esigenze di carattere umanitario nonché in materia di protezione internazionale, di immigrazione e di cittadinanza”.

“Ci sono norme contro la mafia e il terrorismo – ha spiegato Conte in conferenza stampa – Rispetto all’ordinaria formulazione abbiamo unificato in un’unica struttura normativa, più funzionale anche in ragione della complementarietà delle materie, i testi su migranti e sicurezza. L’obiettivo è riorganizzare l’intero sistema di riconoscimento della protezione internazionale per adeguarla agli standard europei. Ci siamo accorti che c’erano disallineamenti significativi rispetto ad altri Paesi europei”.

“Un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura. Per combattere con più forza mafiosi e scafisti, per ridurre i costi di un’immigrazione esagerata, per espellere più velocemente delinquenti e finti profughi, per togliere la cittadinanza ai terroristi, per dare più poteri alle Forze dell’Ordine. Dalle parole ai fatti, io vado avanti!” Ha scritto il ministro Salvini su facebook.

Fonte: ilsole24ore

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Politica: bocciata la manovra dall’Ue, cosa succede adesso

Nella giornata di ieri la Commissione Europea ha bocciato la manovra italiana. Tale decisione non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS