“Basta guardare altrove” Mattarella risveglia le coscienze sui migranti

“La schiavitù ha rappresentato una delle maggiori vergogne dell’umanità. Oggi, la Giornata mondiale contro la tratta di esseri umani ci impone di ribadire la condanna e la battaglia della comunità internazionale contro ogni forma di schiavitù, vecchia e nuova”.

Queste sono le parole rilasciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della giornata mondiale contro la tratta di esseri umani, denunciando come il flusso migratorio, da cui nessun paese al mondo può dirsi immune, sia divenuto “terreno agevole per nuove schiavitù“.

Sfruttati, disperati, i nuovi schiavi rischiano la vita per fuggire da guerre, per mare e per terra, scappano da povertà, regimi, instabilità, mancanza di lavoro per giungere nelle mani di ignobili trafficanti di esseri umani, criminali che manipolano gli stati, che sfruttano la debolezza dei migranti, reclutandoli alla criminalità e schiavitù sessuale.

La macchia della schiavitù ha segnato la storia d’Europa e del mondo intero, ma non è alle nostre spalle, non finché non prendiamo coscienza e decidiamo di voltarci a guardare in faccia la realtà delle cose.

Il monito del Presidente raggiunge per la seconda volta in poco tempo: l’invito a non fare in modo che l’Italia non po diventare un Far West dove si possa sparare a una bambina Rom ed uscirne incolumi. La violazione dei diritti umani deve essere arrestata e l’azione può provenire soltanto dalla cooperazione e non dalle divisioni, da una Unione Europea consapevole e attiva. Intanto il ministro Salvini ribadisce online l’intento di “difendere i confini” e di chiudere i porti italiani.

Le vittime per schiavitù, secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro sono più di 40 milioni;
Per Mattarella “si tratta di degenerazioni della nostra società, piaghe da eradicare con fermezza che interrogano le nostre coscienze e ci chiamano a una reazione morale, a una risposta adeguata con un maggiore impegno culturale e civile”.

Fonte: ilfattoquotidiano/ adkronos

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Di Maio: “Siamo sotto attacco, dobbiamo rimanere compatti”

Luigi Di Maio, tramite “Il Blog delle Stelle“, lancia un appello: “Come avete visto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS