Cda Rai, è di nuovo via libera per Marcello Foa

La Commissione di Vigilanza Rai, ieri, 20 settembre, ha dato il via libera alla risoluzione che autorizza il Cda della Rai a indicare er la seconda volta il nome di Marcello Foa come presidente.

I consiglieri di Forza Italia, Gasparri e Mulè, si sono astenuti, facilitando l’approvazione della risoluzione. Poi loro stessi hanno ammesso che un accordo politico c’è stato, cioè le trattative intavolate ad Arcore, tra il ministro Salvino e Berlusconi.

La Commissione si troverà quindi a votare per la seconda volta un candidato già bocciato, mentre il Pd minaccia già il ricorso.

Stabilire dov’è il confine tra un giornalista semplicemente “di parte” e un giornalista così “di parte” da rischiare di essere inadeguato, se non pericoloso, alla guida di un servizio pubblico non è facile.

La carriera di Foa offre una serie di indizi poco rassicuranti, a partire dalle frequenti bufale complottiste di InfoWars, il sito di Alex Jones che nelle scorse settimane è stato bandito da tutte le piattaforme. E dall’altro lato preoccupa come il nome sia stato proposto, il modo stabilito da un governo che non approva il dissenso. 

Questo generalismo include anche le polemiche contro il presidente dell’Inps, oppure quelle recenti contro la Magistratura. Ciò implica che un attacco alla libertà e al pluralismo di stampa potrebbe risultare pericoloso.

Fonte: theSubmarine

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Politica: bocciata la manovra dall’Ue, cosa succede adesso

Nella giornata di ieri la Commissione Europea ha bocciato la manovra italiana. Tale decisione non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS