Politica, Di Maio: “Non saremo sanzionati dalla Commissione”

Il vicepremier Luigi Di Maio è intervenuto al Financial Times rilasciando alcune dichiarazioni sulla situazione politica italiana ed europea: “Non credo che saremo sanzionati dalla Commissione europea sulla manovra. La procedura sarà avviata, ma ci sarà una fase di dialogo. E’ possibile ridurre ampiamente il debito pubblico con una manovra espansiva. Ritengo che nei prossimi dieci anni l’Europa andrà nella direzione di Trump. L’economia americana sta crescendo del 4% grazie alle politiche espansive di Trump che tutti ritengono sbagliate: aumento del deficit, taglio delle tasse e investimenti in infrastrutture”.

Sulla posizione italiana nei confronti dell’Europa, Di Maio si è così espresso: “Ci faremo un tatuaggio per spiegare alla comunità finanziaria che non vogliamo lasciare l’Eurozona, quando gli investitori capiranno che non è vero, lo spread scenderà”.

“Oggi tutti dicono che la questione più importante è l’immigrazione. Questo non ha senso” continua Di Maio. “Tutte le conclusioni ci dicono che le questioni più importanti sono il lavoro e la disoccupazione. Oggi abbiamo 6 milioni di italiani poveri, questo sta causando una tensione sociale che crea anche tensioni con gli stranieri. E’ inevitabile”.

Infine un attacco alle politiche europee: “In Europa c’è una classe politica che negli ultimi anni è rimasta fedele alle politiche di austerità, con regole che alcuni singoli Paesi hanno ripetutamente infranto. E’ una classe politica devota a teorie economiche fallimentari, e lo sanno anche loro, ma non possono permettere a nessuno di violarle perché le hanno supportate per 10, 20 anni, per l’intero periodo della crisi”.

Fonte: tgcom24

About Amedeo Menci

Nato nel 1994, sono giornalista pubblicista. Appassionato di sport, amo inoltre il Cinema e le serie TV

Check Also

Il ministro Tria alla Ue: “Basta guardare solo alla stabilità economica, si concentri su quella sociale”

Il ministro dell’Economia Giovanni Tria è intervenuto a Parigi, lanciando un forte appello all’Europa: “La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS