Riforma divorzio, stop all’assegno di mantenimento

Il disegno di legge presentato dal governo M5s e Lega oggi a Palazzo Madama prevede l’introduzione della figura del mediatore famigliare, la cancellazione dell’assegno di mantenimento mentre la contribuzione per i bisogni del minore resterà salda, ma verrà decisa in base alle condizioni economiche di entrambi i genitori.

Essi pagheranno direttamente le spese dei figli: le istanze del minore saranno il punto fermo dell‘Iter che comincia oggi alla Camera.

La norma prevede una semplificazione per la gestione delle separazioni e soprattutto una mediazione qualificata per le coppie che non sono capaci di trovare da sole un accordo.

Si agirà, secondo il primo firmatario Simone Pillon, secondo un vero e proprio piano genitoriale, affinché i bambini non si ritrovino a scegliere tra mamma e papà.

Mara Carfagna auspica che la norma tenga conto della condizione di minore occupabilità delle madri e spera che il sistema di bigenitorialità perfetta non si ripercuota su madri già in difficoltà e poi, inevitabilmente, sui bambini.

Fonte : Ansa

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Conte, rinvio del Reddito di Cittadinanza “per farlo bene”

Il premier Giuseppe Conte ha spiegato che “le ragioni del differimento del reddito di cittadinanza stanno nel fatto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS