Saviano: la querela di Salvini non farà tacere il dissenso

Attraverso la carta intestata del Ministero, il ministro dell’Interno Matteo Salvini, annuncia che in data 20 luglio 2018 presenterà una denuncia/querela nei confronti dello scrittore Roberto Saviano.

La querela viene posta dal ministro non come capo di un partito politico piuttosto utilizzando la carta intestata del Viminale, asserendo che le suddette ingiurie da parte del giornalista, non sono indirizzate alla figura politica ma direttamente al suo ruolo ministeriale e, di rimando al ministero stesso.

La risposta di Saviano su facebook è un appello alla libertà di parola che diventa lotta contro un sistema di potere che tenta di spaventare:

Tocca agli uomini di buona volontà prendersi per mano e resistere all’avanzata dell’autoritarismo. Anche di quello che, per fare più paura, usa la carta intestata di un Ministero, impegnando l’intero Governo contro uno scrittore. E sono sicuro che in questo “governo del non cambiamento” nessuno fiaterà, aggrappati come sono tutti al potere.
Io non ho paura.

Saviano si appella a noi, per non smettere di dire la nostra e fare contrasto al potere, esprimendo il dissenso. Fa riflettere che proprio oggi, nella giornata in memoria della strage di Via d’Amelio in cui fu assassinato Paolo Borsellino insieme alla sua scorta, le voci del popolo vengano ancora respinte, come se dalla storia non avessimo imparato nulla.

Dalla pubblicazione di Gomorra, Saviano vive sotto scorta, minacciato dalle organizzazioni mafiose che si spartiscono il monopolio dei principali traffici, di droga, ma anche di esseri umani. Il suo compito è svelare le modalità di azione e fare i nomi, il tutto senza remore e senza esserne spaventato, ma portando sulle spalle il peso di una vita condizionata.

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Di Maio: “Siamo sotto attacco, dobbiamo rimanere compatti”

Luigi Di Maio, tramite “Il Blog delle Stelle“, lancia un appello: “Come avete visto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS