In Madagascar epidemia di morbillo: 1.200 morti in 6 mesi

E’ salito a oltre 1.200 morti il bilancio dell’epidemia di morbillo che da ottobre 2018 flagella il Madagascar, per un totale di più di 115mila contagi registrati. Si tratta del più grande focolaio nella storia del Paese, dove solo il 58% delle persone è stato vaccinato contro il virus responsabile della malattia, mentre secondo gli esperti è necessaria una copertura tra il 90% e il 95% per evitare epidemie.

Il morbillo è una malattia esantematica virale molto diffusa e contagiosa. L’agente eziologico è un virus appartenente alla famiglia dei Paramyxovirus e l’unica sorgente di infezione è rappresentata dall’uomo malato o portatore.

L’infezione si trasmette tramite le secrezioni naso-faringee direttamente o veicolate da goccioline dal soggetto malato alle mucose delle vie respiratorie ed congiuntive dell’individuo recettivo.

Il Morbillo è una malattia ubiquitaria. I casi di malattia si verificano tutto l’anno con un’incidenza maggiore alla fine del’inverno e all’inizio della primavera.

Fonte: Tgcom24.it 

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Quadruplicati gli ultracentenari rispetto al 2000

Nel 2019 il numero degli ultracentenari in tutto il mondo ha raggiunto una cifra record: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS