Al via il Turismo Spaziale: il Primo Biglietto è Stato Acquistato da un Miliardario Giapponese

Yusaku Maezawa, miliardario giapponese, proprietario di un enorme negozio di moda online e grande appassionato d’arte è ufficialmente il primo acquirente di un biglietto per un “tour” nello spazio, in realtà Yusaku ha prenotato l’intero razzo e porterà con se vari artisti, trasformando il primo volo turistico della SpaceX di Elon Musk in un vero e proprio spettacolo spaziale.

SpaceX, società che abbiamo imparato a conoscere in varie situazioni, è una delle società private che collaborano con Nasa per lo sviluppo degli “shuttle” del futuro, di proprietà di Elon Musk, eccentrico e geniale multimiliardario statunitense, fondatore di Tesla, leader nella produzione di auto elettriche e della succitata società aerospaziale, oltre che di altre società estremamente tecnologiche ed innovative quali Solar City e The Boring Company.

Maezawa, giapponese di 42 anni, con un patrimonio netto di 2,9 miliardi di dollari (stima di Forbes) porterà con se per il viaggio di 390mila chilometri, 8 artisti, tra i quali un pittore, un regista, un designer e un musicista, riservando l’intero razzo per la settimana di volo, prevista per il 2023.

Il miliardario nipponico ha lanciato un sito web dedicato alla missione, nel quale spiega le ragioni che l’hanno spinto a fare questa scelta e cosa pensa di ottenere dall’ingente spesa. Alla base di tutto, il 42enne mette l’arte, chiedendosi cosa avrebbero creato i grandi artisti del passato, se avessero potuto fare un viaggio simile, se avessero potuto vedere lo spazio, la Luna e la Terra “da fuori”. Per questo motivo, al ritorno dal viaggio spaziale, l’unica richiesta che Maezawa ha fatto ai propri compagni è di creare qualcosa una volta scesi a terra che possa rimanere nella storia come la prima forma d’arte ispirata dall’aver toccato lo spazio, per usare le sue parole “capolavori che potranno ispirare il sognatore che c’è in ciascuno di noi”.

Musk stesso si è dimostrato estremamente entusiasta per quanto riguarda la missione e ha condiviso diversi concept del razzo in volo, oltre che foto con il suo primo acquirente, nelle quali si nota benissimo l’euforia nel momento dello storico annuncio.

La missione sarà la prima a riportare qualcuno così vicino alla luna, sin dai tempi di Apollo 17 e, in pieno stile Elon Musk, sarà streammata in diretta, in alta definizione e con supporto alla realtà virtuale così da dare anche a chi non può permettersi un biglietto l’impressione di essere nello spazio.

Fonte: NewYorkTimes.com

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Rischia la chiusura il centro di ricerca della Montalcini

Non c’è traccia, nel testo della Legge di Stabilità, del contributo straordinario per l’Istituto Europeo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS