Energia dalla pioggia grazie ai nuovi pannelli solari

Il fotovoltaico è una delle scelte più sostenibili ed economiche per la produzione di energia elettrica, ma funzionano solo quando cielo è terso.

I ricercatori della Soochow University, in Cina hanno sperimentato una nuova tecnologia che funziona grazie a un nanogeneratore tribolelettrico (Teng), in grado di creare una carica elettrica a partire dall’attrito tra due materiali, uno dei quali isolante.

Per formare uno di questi Teng, basta posizionare due strati di polimeri trasparenti su dei pannelli fotovoltaici: in questo modo, si riesce a sfruttare l’elettricità statica generata dal movimento delle gocce di pioggia che scivolano sui pannelli.

Con questa tecnologia i pannelli solari potranno generare elettricità ogni volta che piove, sia durante il giorno che nelle ore notturne.

Il problema della efficienza dei pannelli solari, che funzionano meno quando il cielo è coperto o quando piove, compromette l’affidabilità dell’intero sistema e che in molti stanno cercando di risolvere.

Per risolvere questa situazione i ricercatori cinesi hanno pensato di sperimentare in modo più vasto la tecnica, applicandola anche ad altri materiali per potenziare in maniera esponenziale l’innovazione della scoperta.

Fonte: Repubblica

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Rischia la chiusura il centro di ricerca della Montalcini

Non c’è traccia, nel testo della Legge di Stabilità, del contributo straordinario per l’Istituto Europeo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS