I numeri del Cancro. L’Italia è divisa a metà: al Nord si vive di più

L’Associazione italiana oncologia medica (AIOM), e l’Associazione italiana registri tumori (AIRTUM) hanno pubblicato i dati relativi al censimento ufficiale dei tumori, nel volume “I numeri del cancro in Italia“, presentato oggi al Ministero della Salute a Roma.

Dai dati si evince che sono circa 373.300 i nuovi casi di tumore stimati in Italia nel 2018, numero in aumento di ben 4.300 diagnosi rispetto al 2017. La forma più frequente è diventata quella al seno (nel 2018 sono stimati 52.800 nuovi casi, mentre erano 51.000 nel 2017), seguita dal cancro del colon retto che lo scorso anno era il più diagnosticato, e da quello al polmone.

Circa il 6% della popolazione totale italiana (3,4 Milioni di persone) vivono dopo la scoperta della malattia. Ma il dato preoccupante riguarda la percentuale di guarigione a 5 anni dalla prima diagnosi: L’Italia è praticamente spaccata in due.

Al Nord si registrano i tassi migliori di guarigione, con Emilia-Romagna (56% uomini e 65% donne), Toscana e Veneto ai primi posti. Al Sud le percentuali calano vistosamente, con Sicilia, Sardegna e Campania nelle ultime posizioni.

Differenze che possono essere spiegate soprattutto con la scarsa adesione in queste aree ai programmi di screening che consentono di individuare la malattia in stadio iniziale, quando le possibilità di guarigione sono più alte.

I Tumori sono malattie curabili e guaribili. Circa il 27% dei pazienti che sopravvivono (dopo diagnosi e cura) tornano ad avere la stessa aspettativa di vita della popolazione generale.

Fonte Adnkronos

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Rischia la chiusura il centro di ricerca della Montalcini

Non c’è traccia, nel testo della Legge di Stabilità, del contributo straordinario per l’Istituto Europeo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS