Identificato il codice di autodistruzione delle cellule tumorali

Le malattie neoplastiche o tumorali sono una delle principali cause di morte nei paesi industrializzati. Si tratta di un gruppo di malattie caratterizzate da un rapito e incontrollato sviluppo di cellule con materiale genetico alterato,che possono creare masse che sono in gradi di provocare alterazioni alle funzioni fisiologiche dell’organo colpito. I fattori di rischio posso essere raggruppati in diverse categorie: fattori genetici, fattori ambientali, fattori alimentari e fattori legati allo stile di vita.

La scoperta arriva dall’americana Northwestern University affermando di aver trovato il codice di autodistruzione delle cellule: proprio come la stringa di informazione di un software, il codice è racchiuso nelle istruzioni di ogni cellula dell’organismo e diventa attivo quando le cellule si trasformano a causa di un tumore. Conoscere il codice significa infatti poter controllare le armi anticancro, ossia i micro Rna che l’organismo utilizza normalmente per difendersi e attivarle per aggredire le cellule malate.

La nuova strategia offre anche il vantaggio di avere meno effetti collaterali della chemioterapia, che alterando il genoma delle cellule, rischia di provocare tumori secondari.

La mortalità per cancro è molto elevata nel nostro Paese. Data la molteplicità dei fattori di rischio è difficile riuscire a risalire alle specifiche cause ma, con una tempestiva prevenzione, si possono ridurre gli effetti di questa terribile malattia.

Fonte : Ansa.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureata magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

La primavera inizia con l’ultima superluna dell’anno!

E’ arrivata la primavera e porterà con sé l’ultima superluna dell’anno. Oggi, 20 marzo, è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS