Lotta alla SLA: Ricercatori italiani individuano le cellule responsabili della malattia

E’ notizia di oggi che è stato fatto un notevole passo avanti riguardo lo studio della SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, malattia neurodegenerativa progressiva del motoneurone, che colpisce selettivamente i motoneuroni, sia centrali che periferici.

Un gruppo di ricercatori italiani ha osservato, per la prima volta in assoluto, la formazione gli aggregati di proteine che sono all’origine della SLA all’interno delle cellule nervose. La scoperta è avvenuta grazie a una nuova tecnica non invasiva al microscopio messa a punto dall’Istituto Italiano di tecnologia (con Giuseppe Antonacci come coordinatore) e dall’Università La Sapienza di Roma.

Osservando i motoneuroni danneggiati dalla SLA, si sono potute notare le strutture in cui è attiva la proteina legata alla malattia, chiamata Fus. Quando questa proteina è mutata le cellule risultano più rigide e viscose.

Questa scoperta aiuterà in futuro a dare diagnosi più precise e a capire i meccanismi che portano alla morte dei motoneuroni. Secondo Alessandro Rosa dell’Unversità La Sapienza ora questa tecnica “consentirà di studiare da una nuova prospettiva i granuli cellulari, che sembrano giocare un ruolo chiave nell’insorgenza di malattie neurodegenerative“.

Fonte Tgcom24

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Allarme dell’Oms: il 90% dei bimbi respira inquinamento

L’inquinamento atmosferico si può definire come ” lo stato dell’aria atmosferica conseguente all’immissione nella stessa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS