Malattie comuni all’uomo e agli animali

Il rapporto uomo- animale ha da sempre caratterizzato il mondo. In tempi più remoti, la vicinanza uomo-animale era concepita principalmente in termini utilitaristici; oggi invece si è creata un’amicizia speciale e i cosiddetti “pets” vengono considerati membri della famiglia.

I veterinari ci avvisano che sono molti i casi di contagio dell’animale sull’uomo. Con la separazione degli spazi che è venuta meno, la prossimità fisica ci impone di alzare l’asticella della prevenzione e del controllo sanitario.

Esistono inoltre delle malattie comuni all’uomo e agli animali. Vediamole insieme:

Rabbia: è una malattia acuta virale,ad elevatissima letalità, che interessa il sistema nervoso centrale. Si distinguono due forme: silvestre ed urbana. L’agente eziologico è il virus della rabbia ( facente parte della famiglia dei Rabdovirus) . Il serbatoio è costituito da animali domestici( cane,gatti) o servatici ( volpi, lupi, roditori, pipistrelli) Il virus è presente in alte concentrazioni soprattutto nella saliva, per cui viene trasmesso dall’animale infetto all’uomo tramite morsicatura o leccatura di ferite cutanee ;

Tetano: è una tossinfezione, non contagiosa, ad elevato grado di letalità. Il bacillo del tetano è un abituale saprofita dell’intestino degli animali, specialmente erbivori( cavalli, mucca ecc) dai quali viene eliminato con le feci. L’infezione si contrae, nella maggioranza dei casi con la penetrazione delle spore tetaniche attraverso soluzioni di continuo della cute ;

Brucellosi: conosciuta anche con il nome di “febbre maltese”. I serbatoi di infezione per l’uomo sono costituiti dagli animali infetti ( bovini, suini ,cavalli). Il contagio interumano è raro, sebbene l’uomo infetto elimini i microorganismi con le feci,sudore e urine. La trasmissione avviene mediante il contatto diretto o indetto con gli animali infetti ;

Malaria: E’ una malattia protozoica che può manifestarsi in quattro forme, differenti per eziologia e periodo di incubazione. La trasmissione è dovuta alla puntura di una femmina di zanzara Anofele infetta.Il ciclo vitale del protozoo si compie in parte nella zanzara e in parte dell’organismo umano;

Toxoplasmosi: L’agente eziologico è il Toxoplasma gondii. L’ospite definitivo del protozoo è il gatto ,nell’ intestino del quale si compie il ciclo sessuato che si conclude con la eliminazione di oocisti attraverso le feci. La malattia si trasmette con l’ingestione di carni poco cotte o crude( specialmente di maiale) o , meno frequentemente, con le cisti diffuse feci nell’ambiente esterno.

Fonte: Today.it  / gazzettadiParma.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Esistono 6 tipi di Grasso: Ecco come riconoscerli ed eliminarli

Dimagrire in modo efficace? Il primo passo è riconoscere il tipo di grasso. Si, gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS