National Toxicology Program: Nuovo studio sulla correlazione cellulari-tumori

Sono centinaia le ricerche che sono state avviate negli ultimi anni per trovare un possibile correlazione tra certi tipi di timori e le onde radio emesse dai telefoni cellulari.

National Toxicology Program, un importante gruppo di lavoro delle autorità sanitarie statunitensi, ha pubblicato uno studio i cui risultati vanno visti con molta attenzione. I ricercatori hanno osservato, nei ratti maschi, una percentuale più alta del solito di tumori al cervello, al cuore e alla ghiandola surrenale.

In merito alle RFR, le radiazioni a radiofrequenza, lo scienziato del National Toxicology Program John Bucher ha affermato: “Crediamo che la correlazione tra RFR e i tumori sia reale, almeno nei ratti maschi. – va sottolineato però che – I livelli di esposizione e la durata sono state maggiori di quelle a cui la maggior parte delle persone si sottopone usando dei telefoni cellulari“.

Lo studio, della durata di 10 anni e dal costo di circa 30 Milioni di Dollari, è stato effettuato con onde di tipo 2G e 3G con una frequenza di 900 Mhz. Oggi le nuove reti 4G, e fra poco 5G, funzionano con frequenze molto più alte, che penetrano meno nel corpo umano.

L’attendibilità dello studio, quindi, c’è. Ma con le nuove reti (diventate uno standard ormai dal 2012) difficilmente i risultati ottenuti sono replicabili nella vita reale.

Fonte ilPost.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Esistono 6 tipi di Grasso: Ecco come riconoscerli ed eliminarli

Dimagrire in modo efficace? Il primo passo è riconoscere il tipo di grasso. Si, gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS