Formula 1, succede di tutto in Germania! Vince Verstappen, Vettel secondo. Out le Mercedes, Kubica a punti

E’ successo di tutto nel Gp di Germania corso a Hockenheim in questo fine settimana. Una vera e propria gara ad eliminazione condizionata del meteo variabile, dai tanti pit-stop e dalle varie safety car entrate in pista.

La grigia di partenza è stata sconvolta dagli eventi, tanto che Vettel, dopo la partenza dall’ultima posizione, è risalito fino al secondo posto. Lo stesso Leclerc, partito decimo, si trovava in lotta per la vittoria dopo una bella partenza e un’ottima strategia, prima di commettere un errore fatale alla penultima curva finendo a muro. Curva fatale non solo al pilota ferrari: tantissimi piloti sono stati vittime dello scivolosissimo asfalto in uscita dalla curva 16, tra i quali anche la Mercedes di Hamilton (riuscito comunque a rientrare ai box con una penalità per aver tagliato la corsia d’ingrasso, ma autore in seguito di un testacoda).

Di questo caos, dopo una gran gara, ha approfittato Verstappen, abilissimo a tenere la macchina in pista e a trovare il ritmo sufficiente per vincere la gara e ottenere il giro veloce. Seconda posizione importante per Vettel, che è riuscito a sfruttare i ritiri altrui e a superare tutti i piloti che lo precedevano senza commettere errori. La confusione e gli incidenti hanno permesso a Kvyat con la Toro Rosso di ottenere un grande podio nell’anno del rientro in Formula 1.

Quarto posto per Stroll, quinta posizione per Sainz davanti ad Albon. In settima e ottava posizione si erano posizionate le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi, ma i due sono stati pesantemente penalizzati per irregolarità tecniche finendo sul fondo della griglia.

Al loro posto dunque le due Haas di Grosjean e Magnussen. Riesce così a racimolare due punti Hamilton, nono, mentre ottiene un punto storico Kubica con la sua decima posizione. 8 anni dopo il terribile incidente che lo aveva estromesso dalla Formula 1 lasciando segni indelebili sul suo fisico, il polacco torna a smuovere la classifica. Lo fa piazzandosi davanti al compagno Russell, una vera e propria rarità quest’anno. Dietro le due Alfa più nessuno è giunto al traguardo, solo una lunga lista di ritiri composta da Gasly, Bottas, Hulkenberg, Leclerc, Norris, Ricciardo e Perez.

About Amedeo Menci

Nato nel 1994, sono giornalista pubblicista. Appassionato di sport, amo inoltre il Cinema e le serie TV

Check Also

Champions League: Inter rimontata dal Barcellona, pareggio per il Napoli

Dopo un inizio scoppiettante, l’Inter di Antonio Conte è stata rimontata in casa del Barcellona. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS