Formula 1: un Bottas strepitoso vince e porta a casa 26 punti. Delusione Ferrari, il riassunto della gara

Inizia col botto la stagione 2019 della Formula 1, o forse sarebbe meglio dire col… Bottas. Il pilota finlandese infatti spiazza tutti e costruisce la gara perfetta che gli permette di tornare da Melbourne a bottino pieno.

Pronti via e Bottas, partito in seconda posizione, si affianca a Hamilton e lo supera in partenza portandosi avanti alla prima curva. Vettel mantiene la terza piazza mentre Leclerc, partito quinto, prova a sopravanzare Verstappen e ad avvicinarsi a Vettel, ma decide di alzare il piede col le ruote sul cordolo per evitare rischi e mantenendo la quinta piazza. Nelle retrovie perde l’alettone Ricciardo, che colpisce un dosso in una escursione sull’erba ed è costretto al ritiro.

Bottas inizia così a macinare secondi preziosi con Hamilton che non tiene il ritmo e Vettel che segue il cinque volte campione del mondo. Il tedesco è a sua volta seguito da Verstappen, leggermente staccato Leclerc.

E’ Vettel il primo a cambiare strategia montando le gomme gialle, più dure rispetto alle rosse con cui aveva iniziato la gara; lo segue, un giro dopo, Hamilton. La strategia però non paga, i piloti in pista con gomme rosse continuano ad avere un ritmo migliore. Bottas allunga e Verstappen e Leclerc guadagnano sulla coppia con le gomme gialle. Vettel in particolare sembra in difficoltà iniziando e inizia a perdere ritmo.

La sosta troppo anticipata e un bel sorpasso su Vettel portano Verstappen in terza posizione; dopo che tutti hanno effettuato la sosta Bottas è saldamente al comando davanti a Hamilton che deve fronteggiare l’arrembante Verstappen. Vettel quarto, palesa delle difficoltà (forse problemi tecnici). Alle sue spalle si avvicina sempre più Leclerc, che dopo aver montato la mescola bianca (la più dura) guadagna molto terreno sul tedesco.

A pochi giri dalla fine Verstappen stampa il giro veloce (che da questa stagione vale un punto extra), ottenendo però la super risposta di Bottas che è determinato a fare bottino pieno. “Voglio 26 punti” dice il rigenerato finlandese in un team radio. Team radio che condanna Leclerc che, ormai attaccato a Vettel, chiede direttive sulla possibilità di attaccare il compagno. Negativa la risposta del team. Difficile da comprendere a questo punto la scelta della rossa che, decise le posizioni, avrebbe potuto far rientrare ai box il monegasco (ampio il margine su Magnussen) per tentare il giro veloce con gomme più prestanti.

Gara da incorniciare dunque per Bottas, che porta a casa ben 26 punti precedendo di circa 20 secondi Lewis Hamilton. Notte fonda per la Ferrari che dopo i test incoraggianti vede aprirsi un preoccupante margine con la Mercedes. La speranza per i tifosi della Rossa, considerando l’atipicità della pista australiana, è che questo distacco non risponda alla realtà.

Ottimo inizio per la Haas che porta Magnussen in sesta posizione. Un peccato per il ritiro di Grosjean, condannato probabilmente da una ruota mal fissata. Settima posizione per la Renault di Hulkenberg, ottavo Raikkonen su Sauber davanti ai sorprendenti Stroll (Racing Point) e Kvyat (Toro Rosso). Quest’ultimo infatti precede sul traguardo il pilota ufficiale RedBull Gasly, autore di una gara anonima.

Dodicesima piazza per il Rookie Norris su McLaren, seguito da Perez, Albon, Giovinazzi e le due Williams di Russell e Kubica. Out, oltre a Grosjean e Ricciardo, anche Carlos Sainz.

About Amedeo Menci

Nato nel 1994, sono giornalista pubblicista. Appassionato di sport, amo inoltre il Cinema e le serie TV

Check Also

Champions League: Inter rimontata dal Barcellona, pareggio per il Napoli

Dopo un inizio scoppiettante, l’Inter di Antonio Conte è stata rimontata in casa del Barcellona. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS