Wimbledon, Federer elimina in scioltezza Berrettini

Era attesa la sfida valida per l’accesso ai quarti di finale di Wimbledon tra Matteo Berrettini, 23enne italiano in rampa di lancio dopo una grande stagione sull’erba e Roger Federer, vero e proprio re di questa superficie e recordman qui a Wimbledon con 8 titoli.

La partita che si pensava che ci potesse essere tra i due, non c’è minimamente stata. Lo svizzero infatti si è liberato con estrema scioltezza del tennista romano, reduce anche dalle fatiche della sfida vinta al quinto set contro Schwartzmann. Se Federer è apparso in grande spolvero ed il talento del tennista svizzero, lo sappiamo, è straordinario, Berrettini è apparso appannato anche dal punto di vista mentale. Alcuni errori e incertezze hanno permesso a Federer di far fruttare al massimo tutto il suo repertorio e di portare a casa l’incontro in poco più di un’ora con il risultato di 1-6, 2-6, 2-6.

E’ possibile che un po’ di tensione si sia fatta sentire per il tennista azzurro: giocare nel campo centrale di Wimbledon contro il tennista più iconico della storia può essere sì stimolante, ma adrenalina e tensione possono giocare anche qualche brutto scherzo.

Rimane comunque positiva la stagione di Berrettini che, affacciatosi nel tennis dei migliori al mondo, ha dimostrato di non sfigurare affatto e di potersela giocare alla pari. I margini di miglioramento ci sono tutti.

Federer intanto prosegue nella caccia al 21esimo titolo slam e nei quarti di finale affronterà Nishikori.

Avanti in scioltezza anche Djokovic (in tre set con Humbert) e Nadal (anche lui in tre set contro Sousa). Impresa di Pella, che sotto di due set ha eliminato il Canadese Milos Raonic, spesso protagonista a Wimbledon.

About Amedeo Menci

Nato nel 1994, sono giornalista pubblicista. Appassionato di sport, amo inoltre il Cinema e le serie TV

Check Also

Mihajlovic ha la leucemia: “La sconfiggerò”

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna ed ex difensore in Serie A, aveva indetto una conferenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS