Apple: Che fine ha fatto l’AirPower?

L’anno scorso era stato presentato dalla casa di Cupertino, con una certa enfasi, un dispositivo per la ricarica wireless, denominato AirPower. Da allora nessuna notizia, nessuna data e addirittura all’ultimo Keynote non se ne è neanche parlato.

Ma che fine ha fatto il fantomatico dispositivo? L’unica traccia ad oggi rimasta è il nome tra i marchi registrati da Apple e la fetta di presentazione durante lo scorso Keynote 2017, quello di iPhone X per intendersi. Teoricamente AirPower non doveva essere nulla di troppo diverso dalle numerosissime basi di ricarica wireless presenti sul mercato, a parte l’utile capacità di ricaricare più dispositivi in contemporanea (nell’immagine di presentazione si mostrava un iPhone X accanto ad un Apple Watch e a delle cuffie AirPods) e di farli dialogare per ottimizzare i tempi di ricarica e diminuire gli sprechi di energia.

Questa capacità di ricaricare molti dispositivi contemporaneamente, come facilmente comprensibile, è molto utile ma anche molto difficile da realizzare, per un dispositivo senza fili, in quanto dovrebbe essere in grado di produrre molti W di potenza (probabilmente anche 15 o più) perché la ricarica mantenga la giusta velocità su più dispositivi in contemporanea, il che però crea necessariamente problemi con le emissioni e le temperature, non facili da risolvere anche per gli ingegneri Apple, tra i migliori al mondo.

Probabilmente questo, unito alla conseguente difficoltà nel produrre un oggetto così complesso, ha reso l’AirPower un tabù durante gli ultimi mesi e durante il Keynote 2018. Addirittura, durante l’ultima presentazione di iPhone XS e XS Max, non è stata neanche menzionata la ricarica wireless, di cui i dispositivi sono dotati (e che funziona pure meglio che su iPhone X). Dunque una mossa da parte di Apple che potrebbe lasciar sorpresi, ma non troppo, perché sicuramente, ammettere che un prodotto è stato presentato prematuramente al pubblico, sarebbe un autogoal importante.

Altri due grandi assenti di questo Keynote sono stati il nuovo modello di iPad Pro e le nuove cuffie wireless, le AirPods 2. Per quanto riguarda il nuovo tablet un’assenza dalle scene era preventivata, sia per non offuscare la stella dei tre nuovi iPhone, sia per presentare in modo più preciso e denso di dettagli un prodotto su cui Apple punta molto, il nuovo iPad Pro dovrebbe avere un design in linea coi nuovi iPhone della serie X, con il notch, lo schermo senza cornici e senza tasto home. Ci si aspetta una presentazione insieme a quella del nuovo MacBook da 13″, prevista per fine ottobre.

Per quanto riguarda le cuffie wireless AirPods 2, altro assente del Keynote 2018, le informazioni sono molto più labili, ci si aspettava la presenza durante questo evento, però probabilmente per un problema di densità di presentazioni potrebbero esser state anch’esse spostate all’evento di fine ottobre.

Quindi, non resta che attendere notizie sulla base di ricarica marchiata Apple, anche se l’ultima persona che si è espressa a riguardo è John Gruber, un famoso Blogger su Twitter e non ha lasciato molte speranze a riguardo.

Fonte: TheVerge

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Google Maps: svolta social, arrivano gli hashtag nelle recensioni

Introdotta una funzionalità molto “social” sul popolare servizio di cartografia di Google, gli Hashtag. Gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS