Arriva MacOS 10.14 Mojave. Le novità e se vale la pena aggiornare i vostri Mac

Solo una settimana fa è stato rilasciato da Apple il nuovo sistema operativo per iPhone, iPad, Apple Watch e Apple TV, iOS 12, oggi è iniziato il rollout del sistema per Macbook e iMac, macOS 10.14.

In linea con quanto successo col sistema mobile, anche macOS 10.14 rimane compatibile con tutti i dispositivi che erano aggiornabili anche alla versione precedente 10.13 High Sierra. Le novità ci sono ma non sono gigantesche, dal punto di vista grafico e dal punto di vista delle funzionalità.

Per quanto riguarda l’aspetto visivo, è stato aggiunto un nuovo tema scuro, che si affianca al classico tema chiaro di serie, una anteprima dei documenti migliorata e la possibilità di modificarli direttamente, senza aprire app dedicate. Sono stati aggiunti i nuovi sfondi dinamici, che cambiano a seconda dell’ora del giorno, è stata aggiunta l’opzione di “impilare” i documenti sulla scrivania, per continuare a tenere tutto sul desktop (come è abitudine di molti) ma mantenendo un certo ordine, aggiornata anche la grafica del mac App Store, che adesso è più simile a quello di iOS.

Le nuove funzionalità che non riguardano aspetti grafici invece comprendono le videochiamate di gruppo su FaceTime, un aggiornamento di sicurezza per Safari e per lo stesso OS, che richiederà più spesso autorizzazione dell’utente per eseguire le attività delle app. Debutta anche una nuova tecnologia atta a semplificare la compatibilità con le app per iOS e conseguentemente vedono la luce anche su mac le app iOS di Notizie, Memo Vocali, Borsa e Casa.

Le novità “sotto la scocca” non sono moltissime e hanno un peso abbastanza relativo, importanti invece le novità grafiche e di organizzazione, la possibilità di organizzare in Pile i documenti sulla scrivania è un’ottima idea, soprattutto considerando quanto i mac siano da sempre dedicati a utenti non propriamente esperti di informatica e quanto questo spesso coincida con un certo disordine nei documenti stessi. Augurandosi che la maggior richiesta di autorizzazioni non faccia contrarre a mac OS la “sindrome da Windows Vista” che tanto aveva fatto odiare il sistema di Microsoft, per il resto nel nuovo 10.14 Mojave si trovano solo aggiornamenti leggeri ma utili e positivi.

Compatibilità dell’aggiornamento con i dispositivi

Come già detto la lista rimane la stessa della precedente versione 10.13 High Sierra, nello specifico i laptop compatibili sono: tutti i MacBook con display Retina, tutti i MacBook Pro e i MacBook Air nati dal 2012 in avanti. Per quanto riguarda i sistemi desktop: gli iMac Pro dalla versione 2017 in avanti, i Mac Pro nati dal 2013 in avanti, con alcune eccezioni anche per i modelli più vecchi, qualora compatibili con la tecnologia Metal.

Generalmente l’aggiornamento è consigliato a chiunque abbia già installato High Sierra e si stia trovando bene non dovrebbe riscontrare problemi, la compatibilità con le app dovrebbe essere totale, anche perché appunto, l’aggiornamento non è pesantissimo e le novità sono, per quanto utili e apprezzabili, soprattutto dal punto di vista grafico.

Fonte: Wired

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Apple, cattive notizie, problemi nelle vendite di iPhone XR e al touch per iPhone X

La giornata di ieri si è rivelata essere molto negativa per Apple, sia in borsa, …

2 comments

  1. Ma appunto è consigliato l’aggiornamento solo per le novità grafiche, oppure vi sono effettivi miglioramenti di velocità e reazione applicazioni??
    Perchè da alcune opinioni si pensa che mojave sia più lento di High Sierra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS