Arriva Office 2019, tutte le novità

Settembre è periodo di novità in ambito tecnologico e una è stata annunciata da Microsoft nella sua conferenza Ignite 2018, la nuova versione offline di Office, la 2019, che va a sostituire la “vecchia” versione 2016 per tutti coloro che non apprezzano di dover pagare un canone mensile per un programma costantemente aggiornato e con servizi cloud quale è il “fratello 2.0” Office 365.

Le novità sono molte, buona parte di quelle viste con office 365 nei vari aggiornamenti dal 2016 ad oggi e riguardano ovviamente, in modo più o meno incisivo tutte le applicazioni principali della suite per l’ufficio di Microsoft. Il rilascio è avvenuto in contemporanea sia per Windows che per macOS, però per il momento sono acquistabili solo le versioni aziendali, quelle in pacchetti per un certo numero di postazioni ed utenti, sarà disponibile a breve però la versione consumer e per piccoli business.

Innanzi tutto le novità per chi è legato alla tradizione delle licenze office una tantum sono due, la prima è che Office 2019 è compatibile solo con Windows 10 (e con macOS), quindi niente versioni precedenti; la seconda novità è che la casa di Redmond ha garantito che questa non sarà l’ultima versione “offline” di Office, quindi almeno per una decina d’anni si dovrebbe poter continuare ad usare programmi sicuri e aggiornati anche senza pagare il canone mensile. La strada intrapresa dall’azienda di Bill Gates è  dunque chiara, quella del cloud e dell’online, però vogliono lasciare agli utenti il proprio tempo per convincersi a passare alla soluzione più moderna.

Le novità sono molteplici, però, assicura Microsoft, non ne arriveranno di nuove con le patch successive che saranno soltanto volte alla risoluzione di bug e problemi. Excel 2019 migliora e potenzia le funzionalità delle formule e dei grafici e introduce nuove potenzialità per la funzione PowerPivot. Word 2019 e Outlook 2019 introducono uno strumento pensato per far concentrare l’utente sul testo che sta scrivendo o leggendo, diminuendo le distrazioni esterne, oltre a migliorare l’apprendimento delle funzioni per la lettura ad alta voce e per l’auto-spaziatura. Power Point introduce nuove funzioni di trasformazione e di zoom, mentre riguarda tutte le app il supporto migliorato alle penne, alle tavolette grafiche e agli schermi touch. Largamente migliorata la sicurezza, soprattutto per ambienti grandi gestiti da tecnici IT, così che licenze ed aggiornamenti possano essere gestiti più efficacemente e con minori costi.

Novità anche per le app Server che verranno però rilasciati nelle prossime settimane.

Fonte: Microsoft Blog

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Google Maps: svolta social, arrivano gli hashtag nelle recensioni

Introdotta una funzionalità molto “social” sul popolare servizio di cartografia di Google, gli Hashtag. Gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS