C’è un’intesa segreta tra Google e Mastercard per tracciare i clienti

Un accordo segreto fra Google e Mastercard. Un accordo finalizzato a tracciare i clienti con lo scopo di verificare gli effetti della pubblicità online. A scoprire i dettagli dell’intesa Google-Mastercard è stato Bloomberg, grazie a persone che hanno lavorato attivamente al progetto.

In pratica, senza entrare troppo nel dettaglio e facendo un banale esempio, funziona così:

Un utente naviga in rete e vede un’inserzione pubblicitaria (pubblicata ovviamente da Google) di un paio di scarpe. Lo stesso utente clicca ed entra nel sito del negozio online, osserva, ci pensa, ma non acquista il prodotto. Passa del tempo e quella stessa persona che era interessata a quel paio di scarpe entra in un negozio (vero) e compra proprio quell’articolo pagando con la sua Mastercard.

Il gioco è fatto! Ora il gestore della carta di credito/debito può inviare un feedback a Google che provvederà a fare la buona notizia a chi aveva comprato l’inserzione pubblicitaria (il negozio di scarpe online). Un vero e proprio tracciamento utenti “Offline Revenue“.

Va detto, però, che questo sistema di tracciamento funziona solamente se gli utenti visitano la pubblicità mentre sono collegati col proprio account Google e se l’acquisto in negozio avviene entro 30 giorni dalla visualizzazione della pubblicità online.

Big G ha dichiarato di non fornire alcuna informazione sull’identità dei clienti, grazie ad un sistema di crittografia dei dati.

C’è però un piccolo problema (come segnala Dday.it). Google traccia l’utente in modo predefinito in questo viaggio verso l’acquisto, cioè l’impostazione è attiva di default. Neanche Mastercard ha pensato di avvisare i suoi clienti, parliamo di circa due miliardi di persone, sulla vendita delle informazioni a Google per essere poi dati in pasto agli inserzionisti.

Fonte Dday.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Apple, cattive notizie, problemi nelle vendite di iPhone XR e al touch per iPhone X

La giornata di ieri si è rivelata essere molto negativa per Apple, sia in borsa, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS