iPhone, vietata la vendita in Cina

Alla base del divieto una causa intentata da Qualcomm all’azienda Californiana

Accolta dal tribunale del Popolo Intermedio di Fuzhou la richiesta dell’azienda americana Qualcomm (produttrice di componenti per smartphone) di bloccare la vendita di tutti gli iPhone dal 6S fino all’X. Esclusi dunque dal provvedimento quelli di ultimissima generazione, in quanto ancora non erano stati annunciati al momento dell’apertura della causa.

L’accusa di Qualcomm ad Apple è quella di aver violato due brevetti e, almeno per il momento il succitato tribunale cinese ha accolto la richiesta dell’azienda americana, potenzialmente causando danni miliardari ad Apple, che l’anno scorso aveva dichiarato che il 19,6% dei suoi introiti venivano proprio dal paese asiatico.

Ovviamente i commenti delle due parti interessate non si sono fatti attendere. Il portavoce Qualcomm ha confermato come Apple stia da tempo violando loro brevetti e che questa sia l’ennesima conferma. Ovviamente di parere opposto la risposta proveniente da Cupertino, i quali rifiutano le accuse e sostengono la propria intenzione a seguire ogni mezzo legale per difendersi e non togliere dal mercato cinese i propri prodotti.

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Mountain View: Google Assistant avrà la meravigliosa voce di John Legend.

Google Assistant avrà la straordinaria voce di John Legend. Lo ha annunciato lo stesso gigante di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS