Keynote 2018 – Le Altre Novità: Apple Watch 4

Ieri, 12 settembre è stata una giornata campale per tutti i fan Apple, come da tradizione del periodo, la casa di Cupertino ha organizzato il Keynote 2018 in grande, ha lasciato “scivolare” qualche notizia interessante prima dell’evento, per creare aspettativa, e poi ne ha confermata qualcuna e smentita qualcun’altra.

Le grosse novità attese e in ottima parte anticipate, riguardano i nuovi iPhone (XS, XS Max e XR), qui il nostro articolo a riguardo però, per il Keynote 2018, le novità più interessanti potrebbero essere addirittura quelle “accessorie”. In tema di accessori infatti è il principale annuncio della serata di ieri (iPhone esclusi), Apple Watch 4, che ha aperto lo show, presentato direttamente da Tim Cook. Innanzitutto le due versioni, quella “regolare” connessa tramite bluetooth o wifi all’iPhone e quella cellular, con una propria connessione dati come gli smartphone.

Cook ha sottolineato quali fossero le principali aree di successo dei precedenti modelli, cioè connettività e monitoraggio di attività fisica e salute quindi, ha dichiarato il CEO, gli sforzi di Apple si sono concentrati sullo sviluppo di questi punti salienti, oltre che su un upgrade estetico e di vestibilità. L’orologio smart ha una cassa più sottile e un display che occupa una percentuale maggiore della parte frontale, circa il 35% di aumento, le dimensioni generali sono però leggermente aumentate rispetto ai vecchi modelli però (siamo passati da 38mm e 42mm a 40mm e 44mm).

L’aumento considerevole della superficie utile ha permesso un miglioramento delle watchfaces, che adesso sono personalizzabili in otto punti diversi e mostrano dunque molte più informazioni “a colpo d’occhio”. Ad esempio, è possibile aggiungere una foto di qualcuno ed usarla come scorciatoia per chiamarlo o inviargli dei messaggi nella watchface classica, oppure ancora è stata migliorata la watchface modulare, che adesso può essere integrata anche con app di terze parti, ed infine sono state aggiunte 3 watchfaces dinamiche (fire, vapor e water) che creano effetti grafici coi bordi del display.

Una delle watchfaces rinnovate

Rinnovata anche la digital crown, che adesso vibrerà leggermente quando usata, migliorato il volume dell’altoparlante e introdotta una modalità walkie-talkie, per chiamate veloci tramite wifi o rete cellulare, rivisti i materiali del dorso, adesso ceramica nera e vetro zaffiro, che, oltre a migliorare il look estetico, facilitano la trasmissione delle onde radio.

Novità mirate e importanti anche per quanto riguarda l’hardware interno del dispositivo, nuovo processore, dual core a 64bit, denominato Apple S4 e nuova GPU, che a detta di Cook, dovrebbero garantire un 100% di aumento nelle prestazioni rispetto a Watch 3. Aggiornati anche i sensori di movimento, adesso più veloci fino ad otto volte nelle rilevazioni ed in grado di rilevare forze con un range molto più ampio.

La Modalità Walke Talkie

Questa maggior precisione dei sensori, unita ad una analisi di enormi quantità di dati svolta dai server Apple e ai nuovi sviluppi dell’intelligenza artificiale ha portato all’introduzione di una delle funzioni più innovative e allo stesso tempo più a rischio presentate al Keynote, il rilevamento di caduta dell’utilizzatore, lo smartwatch sarebbe in grado di capire se la persona che lo indossa cade a terra e proporre una chiamata rapida di emergenza, nel caso non venga annullato il comando entro un minuto, la chiamata partirà automaticamente, va da se come questa novità, se funzionasse in modo corretto e affidabile potrebbe essere un vero salvavita in situazioni quali cadute di anziani, o addirittura cadute da mezzi a due ruote in assenza di persone nei dintorni.

La funzione di emergenza post-caduta

Tra i sensori aggiornati si trova anche quello cardiaco, che, in linea con le funzioni per la salute introdotte nel nuovo smartwatch, è in grado di monitorare ritmo cardiaco e di rilevare se la frequenza cardiaca è troppo bassa, e conseguentemente di inviare un messaggio di allerta nel caso i dati fossero in range preoccupanti. Addirittura, sempre su questa falsariga, Apple Watch 4 è il primo dispositivo dedicato al pubblico con la possibilità di eseguire elettrocardiogrammi, grazie ai due elettrodi posti direttamente nella digital crown, che sono in grado di creare il tracciato dell’attività cardiaca e di inviarlo tramite iPhone in PDF direttamente al proprio medico (la funzione sarà rilasciata inizialmente solo negli Stati Uniti e non al lancio, ma bensì più avanti).

La schermata di rilevamento dell’elettrocardiogramma

La batteria è stata leggermente migliorata, però la durata prevista è in linea con i modelli precedenti, cioè piuttosto bassa, di circa un giorno. La cassa di alluminio sarà disponibile in tre colori, silver, gold e space gray, presentati anche svariati nuovi cinturini, da quelli più sportivi a quelli più di lusso, saranno presenti inoltre versioni sviluppate con altre aziende, la Nike+ Edition, che avrà una watchface dedicata al monitoraggio sportivo e dei cinturini più adatti, in alcuni casi perfino catarifrangenti e una versione votata all’eleganza sviluppata con Hèrmes.

Il prezzo non è basso, ma non sono sicuramente i prezzi popolari il punto forte di Apple, 439€ per la versione senza rete cellulare, 539€ invece per la versione connessa.

La watchface Nike+

Fonte: Apple

About Gabriele Zecchino

Lavoro con computer e internet da diversi anni, assistente alla regia per TeleRegione Toscana

Check Also

Google Maps: svolta social, arrivano gli hashtag nelle recensioni

Introdotta una funzionalità molto “social” sul popolare servizio di cartografia di Google, gli Hashtag. Gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS